Trekking Sardegna

escursioni sardegna trekking sardegna
escursioni sardegna trekking sardegna arrampicata
itinerari mountain bike sardegna mtb

Trekking Sardegna: scopri le escursioni su linocianciotto.it

Il termine Trek significa camminare lentamente, una attività che possiamo praticare tutti. Il trekking infatti lo facciamo tutti i giorni: per fare gli acquisti, andare a lavoro o sfuggire alla vita sedentaria. Il camminare per esplorare nuovi territori è insito nell’animo umano, per conquistare nuovi territori ed esplorare nuove terre. Ma innanzitutto camminare è una passione,  ci vuole poco, solo buona volontà e un abbigliamento adatto. L’intero territorio della Sardegna offre tantissime opportunità per effettuare escursioni di trekking di vari livelli, adatti al principiante come al più esperto; da compiere sul mare o sulle colline, tutti di grande fascino che vanno dal Nord al Sud dell’isola.

Sentieri e Itinerari Trekking Sardegna proprio per tutti

Meravigliose esperienze sugli itinerari trekking in Sardegna ti aspettano: tra spiagge di sabbia bianca, mare, montagna. Decine di luoghi che raccontano di archeologia mineraria e centinaia di nuraghe e siti archeologici, con una civiltà millenaria ancora in parte sconosciuta, tutti da scoprire in estate e fuori stagione con numerosi luoghi di interesse naturalistico, altrettanti di interesse storico, archeologico e culturale.

Quest’isola al centro del Mediterraneo ti accoglie nel con l’odore del mare e del mirto, ti avvolge con i suoi tramonti sul mare

Vivere emozioni  vere dalla Costa Smeralda a Villasimius, dall’incontaminata Ogliastra al misterioso  Sulcis Iglesiente e i suoi villaggi minerari abbandonati.

  • 24.100 km quadrati di superficie
  • 1.897 km di coste e spiagge
  • 377 comuni ricchi di eventi

Perchè fare Trekking in Sardegna?

Perchè un viaggio in Sardegna offre infinite possibilità di escursioni e vacanze.

La Sardegna non è solo mare, ma molto molto altro. Verso l’interno, nella vicina zona di Dorgali, potrai vivere escursioni in alcuni dei punti simbolo dell’isola: come un trekking nel Villaggio Nuragico di Tiscali. Un percorso affascinante tra rocce aguzze, paesaggi lunari e ginepri piegati dal vento e dal tempo trascorso nella valle di Lanaittu, a pochi chilometri da Oliena e dal suo vino: il Nepente (Vino Corrasi). Allo stesso modo, un altro percorso di trekking da non perdere è quello che vi porterà alla scoperta del Canyon della Gola di Gorroppu, tra i più profondi d’Europa. Ma per chi cerca l’avventura e la fatica, è in Ogliastra che si devono recare gli appassionati di Trekking d’alto livello.

Il Selvaggio Blu è uno tra i più difficili e complessi tracciati escursionistici d’Italia, meta ambita di numerosi appassionati per la sua bellezza e per l’ambiente ancora naturale che caratterizza la Sardegna centro orientale. 40 chilometri da percorrere in 30 ore, per chi ce la fa…

Il trekking turistico invece la fa da padrone nel Sulcis Iglesiente. Un susseguirsi di spiagge bianche e dorate, falesie sul mare, promontori granitici modellati dal vento, maestosi sistemi dunari tra i più estesi ed integri del Mediterraneo, fanno da cornice a testimonianze minerarie tra le più importanti in Europa.

> Consiglio

Non fermarsi mai. Dopo ogni collina e dietro ogni punta lo spettacolo ripaga sempre della fatica. In Sardegna sentieri a piedi e battuti con lunghe camminate regalano momenti di relax unici. Zainetto con molta acqua, integratori, qualche dolcetto tipico di pasta di mandorle e miele. Scarpe comode!

Uno dei pregi di vivere una vacanza in Sardegna è il suo territorio; con l’abbondanza di luoghi incontaminati e strade costiere, ovunque c’è un meraviglioso sentiero pronto per essere esplorato.

Tra le passeggiate di un giorno non troppo impegnative per principianti, ai migliori trekking in Sardegna abbiamo scelto alcuni percorsi classici e altri i più interessanti.

 

Escursione Monte Arcuentu

Arbus

Ti consente un bel trekking senza grandi difficoltà in una zona remota e selvaggia della Sardegna. La Costa Verde con le spiagge di Piscinas e Scivu, si intravedono da questo monte di origine vulcanica dall’aspetto dolomitico con colori incredibili e rocce modellate dalle ere geologiche. Il percorso ripido sale verso nord con sezioni di rocce e targhe di ottone della via Crucis lungo il cammino. Il percorso è abbastanza facile e ideale per i principianti.

Cascate Di Piscina Irga

Villacidro

Situata nella natura più profonda e selvaggia è una delle poche cascate della Sardegna. Una bella escursione per trascorrere una giornata in mezzo alla natura. Il sentiero per arrivare alle cascate è un percorso misto: strada sterrata, salita rocciosa e per finire una discesa molto scivolosa. Si raggiunge in non meno di un’ora e mezza.

Da Fluminimaggiore a Masua

Fluminimaggiore-Buggerru-Iglesias

Il trekking che va da Masua a Cala Domestica è un percorso molto interessante dal punto di vista storico e culturale sulla Costa delle Miniere  perchè attraversa numerosi ruderi di villaggi minerari e resti di  miniere. E considerato tra i più spettacolare della costa occidentale della Sardegna Si parte da Fluminimaggiore scendendo verso la costa e il territorio di Buggerru, per poi arrivare al parcheggio di Cala Domestica, attrezzato per i camper da cui è possibile godere di due bellissime insenature costellate di dune di sabbia bianchissima. Da Cala domestica fino a Masua per ammirare il sito minerario di Porto Flavia e il faraglione Pan di Zucchero.

Il Villaggio Nuragico di Tiscali

Oliena-Dorgali

L’escursione per raggiungere i resti del villaggio di Tiscali è abbastanza impegnativa perchè il contesto in cui si svolge è particolarmente selvaggio. È indubbiamente uno dei più particolari trekking in Sardegna perchè dopo circa due ore si raggiunge un villaggio nuragico costruito all’interno di una enorme caverna crollata, alta decine di metri di cui la natura si è reinposessata.

Sono due i percorsi per la salita al sito archeologico: da Oliena parcheggiando alla fine della strada che percorre la valle di Lanaitto o da Dorgali. Entrambe le vie sono segnalate e ben tenute.

Il Canyon di Gorroppu

Urzulei – Orgosolo

Le pareti del canyon più profondo d’Europa, scavate nel corso delle ere geologiche dalle acque del Rio Flumineddu, raggiungono l’altezza di oltre 500 metri. La discesa e la risalita da Genna Silana sono molto impegnative, mentre per chi arriva da Orgosolo / Dorgali è tutto più semplice ma comunque molto suggestivo, anche per il servizio di fuoristrada fornito dalla Cooperativa che gestisce il sito. Una volta terminato il percorso ci si trova all’ingresso della gola.

Il percorso tra un lato e l’altro della gola è suddiviso in 3 settori: turistico (verde), escursionistico (giallo) e per arrampicatori attrezzati (rosso). Si cammina sul letto asciutto del fiume, superando grandi rocce calcaree bianche, levigate, alte svariate metri.

Questa escursione giornaliera è uno dei migliori trekking in Sardegna in un paesaggio suggestivo e unico. Una meta ideale per gli amanti della natura incontaminata e del trekking, che possono trovare formule adatte per tutte le esigenze e capacità. La gola di Gorropu è visitabile durante quasi tutto l’arco dell’anno

 

Top percorsi Trekking Sardegna Nord e Centro

24 Ore del GennargentuSelvaggio Blu, Villaggio Nuragico di Tiscali, Canyon de Su Gorroppu, altopiano di Baunei, Cala Goloritzè, Cala Sisine e Cala Luna.

Top itinerari Trekking Sardegna Sud e Ovest

24 Ore Costa delle Miniere

trekking sardegna lino cianciotto escursioni nel sud ovest della Sardegna
trekking sardegna
trekking sardegna

Trekking Sardegna sul mare e sulla costa

Fare escursionismo in Sardegna è un’ottima occasione per scoprire i luoghi più nascosti e selvaggi dell’isola. La Sardegna è molto più di una costa mozzafiato caratterizzata da lunghe spiagge bianche con fondali bassi, o scogliere a picco sul mare che fanno da cornice a un mare chiarissimo che va dal turchese all’azzurro intenso. Le cale più belle sono raggiungibili a piedi tramite percorsi trekking di bassa e media difficolta immersi nella natura o tramite barca. In alternativa potrete anche esplorare le coste con diversi percorsi in kayak (Sulla Rotta dei Tonni in Kayak) immersi nei paesaggi più incontaminati e visitare le spiagge più belle della Sardegna.

> Consiglio

Progettate con cura le vostre escursioni in Sardegna e visitate ogni isola o qualche splendido arcipelago con molte opportunità di fare una nuotata o fermarsi nelle spiagge. Zainetto con sopratutto acqua, pane carasau, civraxiu o coccoi per accompagnare qualche fetta di Salsiccia secca o Formaggio Pecorino Sardo DOP.

Escursioni Sardegna: da nord a sud le cose da vedere, fare, osservare, ammirare, vivere sono tante.

Top coste e spiagge Sud Ovest Sardegna

Dune di Piscinas, Scivu, Plagemesu, Dune di Portopino, Nido dell’aquila, Capo Altano, Cala Fico, Capo Sandalo, Chia, Capo Spartivento, Capo Malfatano

Top coste e Spiagge costa est della Sardegna

Villasimius, Spiaggia del Riso, Lido di Orrì, Oasi di Bidderosa, Pedralonga, Cala Goloritè, Cala Luna, Cala Sisine, Barisardo

Top coste e spiagge Sardegna nord

Tavolara, Rena Bianca, Arcipelago de La Maddalena, Caprera, Porto Cervo, San Teodoro, Baja Sardinia, Santa Teresa di Gallura, Palau, Vignola , Costa Paradiso, La Pelosa

Top coste e spiagge Sardegna costa Ovest

Alghero, Bosa Marina, Su Pallosu, Putzu Idu, Torre Grande, Torre dei Corsari, S’Archittu

I mille sapori della Sardegna

Infine, se invece vuoi assaggiare le prelibatezze di questa terra meravigliosa e vuoi sorseggiare un meritato bicchiere di vino Cannonau DOC o Carignano del Sulcis DOC per non parlare del Vermentino Superiore DOCG. Ti suggeriamo di fare anche un viaggio enogastronomico ad esempio con degustazioni di vini e formaggi, per una immersione totale tra i profumi e gli aromi della Sardegna. Ti sembra che il viaggio sia stato infinito e sei esausto? Pensa che questo è solo un anticipo di quello che puoi fare in quest’isola, che non offre solo un mare da sogno, ma molto altro ancora.

Scopri altre esperienze nel Sud Ovest della Sardegna

  • A pochi chilometri da Fluminimaggiore questa grotta è rinomata per la sua bellezza naturalistica, l'importanza archeologica e l'interesse speleologico. Una cavità sorprendente di origine carsica che riposa nel sottosuolo dell’Iglesiente.

  • Un luogo lontano da tutto, incontaminato e suggestivo nel territorio Arburese. Capo Pecora è una striscia di granito rosa che si protende nel mare azzurro situato all'estremo della Costa Verde.

  • È stata una delle miniere più grandi e produttive della Sardegna. Oggi è un villaggio minerario fantasma vicino alla costa verde e alle meravigliose dune di Piscinas alte fino a 60 metri.

TERRITORIO