Villaggi minerari Sardegna Miniera di San Giovanni e Villaggio Asproni

Miniera San Giovanni e Villaggio Asproni

Iglesias

Miniera San Giovanni

Il Monte San Giovanni, con l’omonima miniera, accoglie nel suo ventre decine e decine di chilometri di cunicoli e gallerie e fanno compagnia alla grotta Santa Barbara: una grande geode naturale scoperta nel 1952 dai lavori minerari, unica al mondo con le sue pareti e volte che racchiudono esclusivi cristalli di barite tabulare.

Nei suoi versanti i fabbricati della Laveria Idina, dedicata alla moglie del Lord inglese Thomas Alnutt Brassey, Presidente della società Pertusola e, poco distante, gli edifici del villaggio Normann, intitolato al ricercatore inglese Edward che esplorò la zona nella seconda metà dell’ottocento per conto della Gonnesa Mining Company Limited.

In queste colline calcaree sono presenti i lavori in sotterraneo di età medievale per la ricerca di piombo e argento, testimoniate altresì dalla frequente presenza dei toponimi “Fossa” e gli edifici ottocenteschi voluti da Giorgio Asproni.

Villaggio Minerario Asproni

A pochi chilometri dalla miniera di Seddas Moddizis si trova il nucleo abitativo del sito minerario, chiamato villaggio Asproni. Questo villaggio minerario fantasma prende il nome del suo fondatore l’ingegner Giorgio Asproni, che aveva acquisito la miniera alla fine del 1800.

Si tratta di uno dei villaggi minerari più belli e affascinanti di tutta la Sardegna.

Il paese è semplice da raggiungere ma molto isolato, e dalla parte più alta si gode di una bella vista sul mare e il litorale di Gonnesa e Masua.

Fondato nel periodo d’oro della miniere nel Sud Ovest della Sardegna era gestito dall’Ingegner Asproni come un vero e proprio sindaco in quanto proprietario dell’intera zona.  Nel villaggio sono ancora presenti lo spaccio, la chiesa di San Giorgio), la Direzione, la villa dell’ingegnere, la scuola e alcuni piccoli edifici.

È abbandonato dalla prima metà del ‘900.

Qualche anno fa il villaggio è stato acquistato da un privato. Tutta la zona intorno è disseminata di luoghi d’interesse per la storia mineraria. Non lontano da Seddas Moddizzis e dal villaggio è da visitare anche il Pozzo Santa Barbara, noto come Il Castello o Sa Macchina Beccia perchè in origine custodiva una macchina a vapore all’avanguardia per l’epoca.

Curiosità: il Villaggio Asproni ha anche il suo fantasma. Infatti, secondo alcuni racconti popolari, qui appare lo spettro del Cavalier Toro, personaggio importante nei primi del Novecento, ma anche una bambina vicina all’asilo e un cane…

Dove si trova: si raggiunge da Gonnesa, prendendo la strada che porta a Seddas Moddizzis, si svolta sinistra e si fanno circa due chilometri di strada sterrata.

Villaggi minerari Sardegna miniere abbandonate visitabili
Trekking Sardegna con Lino Cianciotto
Villaggi minerari Sardegna miniere abbandonate e Miniere in Sardegna visitabili visitabili

ANCORA 1 SECONDO!

Ciao! Mi piacerebbe sapere quanto ti è piaciuto questo articolo.

0 / 5 5